Il deputato propone alle donne il coprifuoco per garantire la loro sicurezza

post-title

Siamo d'accordo che questi sono tempi difficili per le donne e dobbiamo stare attenti in ogni momento perché la violenza di genere è il pane quotidiano in tutto il mondo.

Nei giorni scorsi, il segretario della Commissione per l'uguaglianza di genere nel Congresso di Veracruz, in Messico, Ana Míriam Ferráez Centeno, ha proposto come misura preventiva contro il femminicidio un coprifuoco in modo che, a partire dalle dieci di sera, le donne non abbandonino più le loro case, in cui il problema è risolto, che può essere di tre mesi o il tempo necessario.

Per evitare più violenza, prendersi cura delle donne, avere donne che si prendano cura di noi stesse e che siano protette, agire, essere più consapevoli del fatto che siamo a rischio, che uscire per strada è delicato. Un coprifuoco in modo che le donne non se ne vadano dopo le 10 di sera è una misura pertinente. Propongo solo, perché no, come donne, proteggerci e smettere di uscire la sera? Questo è quando più persone appaiono che le rubano, che le violano, che le feriscono. Perché denunciarci se subiremo violenze?



Le donne sono da biasimare per non aver riferito

Prima di sradicare il problema, questa misura limiterebbe solo la libertà delle donne. Alla domanda su questo, ha detto che si tratta di essere consapevoli e avere il buon senso di prendersi cura dell'integrità, oltre al fatto che se sono coperti, se si proteggono durante la settimana o che possono evitare di mettersi a rischio, non è quello di tagliare la loro libertà, la vita Non ha prezzo

E, come se ciò non bastasse, quando è stata interrogata sui femminicidi che si verificano all'interno delle case o per mano delle coppie o dei parenti, ha incolpato le donne stesse di non aver riferito i fatti.



Lungi dall'essere applaudito per la sua proposta, la rabbia e l'indignazione non hanno atteso, come alcuni hanno espresso, che una persona nella sua posizione non può permettersi quel livello di ignoranza e cinismo, oltre a mostrare solo la sua piccola iniziativa per terminare il problema Un utente di Twitter ha espresso la sua frustrazione dicendo che ci uccidono e ci puniscono.

Vogliamo vivere!

In un breve comunicato stampa, il deputato si scusò per la sua proposta e disse che la sua intenzione non era mai quella di limitare la libertà delle donne di Veracruz e che semplicemente non poteva esprimere il suo oltraggio, l'impotenza e il dolore in modo corretto.

La mia solidarietà per tutte le donne che in un certo modo subiscono violenze di genere, discriminazione, misoginia e disuguaglianza, e temiamo anche per le nostre vite e per le vite delle nostre figlie. Sono la voce di molte donne in questo Congresso e sarò sempre presente per rafforzare i loro diritti.



BOLDRINI: ALLA CAMERA TROPPI BUSTI DI UOMINI, FAREMO SALA DEDICATA ALLE DONNE (Potrebbe 2021)


Top