L'uomo dovrà risarcire la sua ex moglie con 180 mila dollari

Molte volte, la frase fino alla morte ci separa non si applica ad alcune coppie per ragioni diverse: infedeltà, mancanza di compatibilità o voler seguire percorsi diversi dopo anni in cui la routine finisce per predominare in casa, così decidono di separarsi.

Questo è il caso di una coppia in Argentina, ma che cosa è rilevante? C'è uno sfondo: la Corte di quel paese ha stabilito che l'uomo deve pagare alla sua ex moglie l'ammontare di 180 mila dollari per il divorzio, circa otto milioni di pesos argentini. Ciò è dovuto al fatto che, mentre la loro relazione è durata, hanno convenuto che sarebbe andato in strada a cercare il sostentamento della sua casa, mentre lei avrebbe dovuto dedicarsi alle faccende domestiche e alla sua famiglia, causando così che lei lasciasse l'università e la sua carriera di laureato in economia.

Con la separazione sta attraversando una crisi finanziaria, qualcosa che ha portato le autorità argentine a decidere l'importo del risarcimento sostenuto dal Codice civile e commerciale nel suo articolo 441, che include:

Il coniuge al quale il divorzio produce uno squilibrio evidente che significa un peggioramento della sua situazione e la cui giusta causa è il vincolo matrimoniale e la sua rottura ha diritto al risarcimento.

Il giudice del tribunale civile 92, Maria Victoria Famá, ha affermato che la dipendenza economica delle donne nei confronti dei loro mariti è uno dei principali fattori scatenanti della subordinazione. È importante notare che la coppia ha avuto 27 anni di matrimonio e che l'uomo è stato colui che ha deciso di lasciare la moglie, con 60 anni di età, un piccolo scenario sfavorevole per lei sul posto di lavoro.

Il matrimonio si è concluso nel 2011 davanti alla legge, anche se è solo fino a quando è terminato il processo per la compensazione finanziaria.

LICHTSTEINER BESTEMMIA: "DIO CANE, PORCO DIO", 7 arbitri e il giudice sportivo non l'hanno sentito? (Novembre 2019)


Top