Millennial, una generazione di giovani inutili e frustrati: studio


post-title

Il giornalista Mickey Goodman ha osservato che i figli della generazione nata tra il 1984 e il 2002 si aspettano di ottenere tutto ciò che vogliono immediatamente e facilmente, perché la loro intera vita è stata abituata a una gratificazione istantanea. Da parte sua, Tim Elmore, fondatore e presidente di un'organizzazione non profit chiamata Leaders in Growth, afferma che generazione Y o Millennials avere centinaia di amici dentro Facebook e cinguettio, ma di solito non hanno molte connessioni reali.

Secondo quanto sostengono Goodman ed Elmore, questa generazione è incline ad essere considerata come inutile in certi campi, come il lavoro e anche emotivo, e questo ha come conseguenza che sono persone con sentimenti di frustrazione più frequenti che in altre generazioni.



Genitori iperprotettivi

I genitori di questa generazione si sono preoccupati di proteggerli a tal punto da non prepararli ad affrontare il futuro; non li lasciano correre rischi o si avventurano per esplorare. Nell'infanzia di questi giovani, sono stati promossi modi di educarli o addestrarli, dove premi o premi erano la norma, inducendoli a cercare motivazioni esterne invece di motivazioni interne. Come si può invertire questa situazione? Aiutare i giovani ad essere più creativi e più motivati ​​in modo che possano contare su se stessi e non dipendere da stimoli esterni.



Sognare in grande

I genitori di questa generazione hanno detto ai loro figli quello sognare in grande e ora ogni piccolo atto sembra insignificante. In questo schema, i giovani vogliono cambiare il mondo all'istante, correre prima di gattonare e camminare. Allo stesso modo, assumono che non debbano fare nulla di speciale per essere speciali; Hanno avuto tutti i comfort e ora vogliono tutto nello stesso momento. Per cambiare questi vizi, i genitori devono permettere ai loro figli di scoprire le loro passioni, difetti, virtù e scopi nella vita in modo che possano costruire la loro felicità da soli.

Lascia che facciano degli errori

I genitori devono mostrare la realtà com'è ai loro figli e lasciare che facciano errori a 10, che è molto meglio di loro a 40 anni; devono imparare come allineare i loro sogni con le loro abilità; permettere loro di mettersi nei guai e accettare le conseguenze. Ma l'autonomia deve sempre essere bilanciata con responsabilità.



Oliviero Toscani: 'Beppe Severgnini e la sua generazione da prendere a calci nel culo!' (Giugno 2022)


Top